cucina dominicana

Cucina creola dominicana: la migliore dei Caraibi

La cucina creola dominicana è la migliore di tutti i Caraibi. La Repubblica Dominicana, infatti, è stata appena nominata capitale della cultura gastronomica dei Caraibi dall’Accademia ispano-americana della gastronomia e dall’Accademia Reale spagnola. Una nomina molto importante per lo sviluppo sia del turismo dominicano sia economico nell’isola ma anche per far scoprire ai turisti la deliziosa cucina creola. Grazie a questo importante riconoscimento verranno organizzati nell’isola e durante tutto il corso dell’anno numerosi eventi dedicati al mondo gourmet.

Un mix di sapori di culture diverse

La cucina creola dominicana è un mix di sapori che ha le proprie radici nel patrimonio di differenti culture: quella dei Tainos, spagnola e africana. Queste influenze hanno costituito un patrimonio che sempre di più acquisisce un carattere proprio e si arricchisce di nuove influenze, inclusa la cucina asiatica,  con alcuni tocchi di cucina sperimentale e fusion.

I migliori ristoranti dell’isola

Nella capitale Santo Domingo

E’ soprattutto la capitale Santo Domingo a essere nota per  i ristoranti gourmet di alto profilo. Spiccano in particolare (altri li trovi nel post: “Piatti tipici della cucina dominicana: 3 ristoranti top):

  • il Travesías a cura della giovane Chef Tita: un viaggio tra sapori e aromi ispirati ad antiche ricette che utilizzano solo prodotti locali sapientemente elaborati. Tra i piatti da non perdere “Risotto de Chivo Endulzao”,Chillo Boca Chica” (pesce accompagnato da banane fritte e avocado), “Salpicón de Pez León”, “Quipes de chivo”, “Chenchén con Cordero Estofado”, “Sancocho de la Costa” (a base di zucca), “Caldo Bayahibe”, “Centollo paraíso de Montecristi” (granchio gratinato con crema di latte, servito con yucca e avocado), “Dorado del Cayo” (pesce in salsa di cocco di Samaná);
  • il Buche Perico, primo ristorante serra dei Caraibi, che presenta una cucina contemporanea dominicana con ingredienti del territorio e utilizzando tecniche sofisticate e creative. La chef e’ Paulette Tejada, una giovane dominicana con esperienza nelle cucine di Akelare a Madrid (2 stelle Michelin) e del Public di New York (1 stella Michelin).

A Santiago

A Santiago de los Caballeros nel cuore dell’isola, di grande interesse è il ristorante Barttola Brasserie che ha appena accolto uno chef stellato di origine spagnola Javier Cabrera, 1 stella Michelin e 1 Sol Repsol. Questo ristorante ha sviluppato un nuovo concetto gastronomico di alta cucina con un’attenzione alla mise en place in un contesto architettonico di livello e dall’atmosfera piacevole. Con il suo arrivo nel Paese, Cabrera è il primo chef stellato ad essersi trasferito in modo permanente nell’isola e a prendere la guida di un ristorante.

Se vuoi dilettarti nella cucina dominicana, leggi le mie ricette qui!

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Informazioni su viaggi: santodomingoforever@danielalarivei.com

Leggi anche il mio blog su Vanityfair.it: nontornopiu.vanityfair.it

Foto: ©Repubblica Dominicana Ministero del turismo (cover: La bandera, piatto tipico dominicano)