trasferirsi a boca chica

Trasferirsi a Boca Chica: io non lo farei mai!

Quando sento qualcuno che si è trasferito o vuole trasferirsi a Boca Chica rabbrividisco. Boca Chica a me non piace per niente. A parte la spiaggia, il mare e i ristoranti dove ho sempre mangiato bene, per il resto nemmeno se mi pagassero andrei a vivere lì e nemmeno a farmi una vacanza. Per me non rientra tra i Paesi dove trasferirsi per vivere meglio. Dicono che una volta non era così, che, insomma, la prostituzione e la droga non avevano raggiunto certi livelli. Boca Chica, infatti, è famosa per essere stato il primo villaggio turistico sul mare, negli anni ’50-’60.
Continua a leggere…
come lenire arrossamenti e scottature

Come lenire arrossamenti e scottature solari

Il caldo, il sole caraibico, la sabbia finissima, l’acqua cristallina, le grigliate o i balli in spiaggia, le escursioni in barca (che ti consiglio vivamente e le trovi in 5 escursioni di mare da fare a Bayahibe) regalano momenti bellissimi. Ma possono, se non si sta attenti e non si applica una buona protezione solare, giocare brutti scherzi alla pelle. Ecco come lenire arrossamenti e scottature solari.
Continua a leggere…
impara lo spagnolo

Impara lo spagnolo, se ti vuoi trasferire!

Si è appena conclusa a Milano, sabato scorso, la Bit, Borsa internazionale del turismo. Ovviamente non potevo non andare allo stand della Repubblica Dominicana, dove mi sono soffermata a lungo parlando con il personale dell’Ente del Turismo dominicano a Milano. Ho cercato di raccogliere informazioni comunque un po’ ovunque per eventuali progetti come travel blogger e parlando con i diversi operatori del settore è emerso un dato che condivido in pieno: se ti vuoi trasferire devi imparare le lingue, quindi se ti vuoi trasferire in Repubblica Dominicana, impara lo spagnolo! (leggi anche 3 cose da sapere per trasferirsi all’estero)
Continua a leggere…
platanto fritto

Platano fritto in salsa (los tostones)

Innanzitutto, che cos’è il platano? Il platano è un frutto tropicale che appartiene alla famiglia delle banane: ecco perché all’inizio, quando arrivai a Santo Domingo, lo confondevo con le banane, tant’è che una volta, convinta di aver comprato appunto una banana, lo mangiai, esclamando poi che era una banana disgustosa! Il platano infatti assomiglia alla banana, ma è più lungo, anche fino a 40 centimetri, e, soprattutto, si mangia cotto! In genere fritto, ma anche bollito in una zuppa o come purè. Il platano fritto (los tostones), comunque, per via della cottura, è più difficile da digerire.
Continua a leggere…