risotto al mojito con gamberetti

Risotto al mojito con gamberetti

Una ricetta dal sapore esotico in grado di amalgamare ed esaltare i sapori e i cibi più diversi. Protagonisti,  il riso Carnaroli e un cocktail tipicamente caraibico, il mojito. Ecco allora una pregiata ricetta: il risotto al mojito con gamberetti.

Chicchi consistenti per ricette pregiate

Il riso Carnaroli è considerato il migliore riso italiano per la consistenza dei suoi chicchi e per l’eccellente tenuta in cottura in qualsiasi preparazione gastronomica. Ideale per risotti pregiati, insalate e piatti speciali regionali. Per la sua grande capacità di assorbimento e di crescita in cottura è considerato una valida alternativa al Vialone Nano, dal chicco piccolo e tondeggiante, anch’esso particolarmente indicato nella preparazione di risotti tradizionali e insalate.

Proprietà benefiche del riso

Il riso è un alimento costituito principalmente da carboidrati e molto digeribile. E’ privo di glutine quindi ideale per chi soffre di celiachia, intolleranza appunto al glutine che può causare disturbi a stomaco e intestino e nello sviluppo. Aiuta inoltre a regolarizzare la flora batterica e a eliminare il gonfiore. Ha poi un indice glicemico più basso rispetto a quello della pasta.

Risotto al mojito con gamberi

Ingredienti (per 4 persone):

  • 320 g riso Carnaroli
  • 12 gamberetti
  • 60 g burro
  • una carota
  • un lime
  • mezzo bicchiere di Brugal (rum)
  • mezzo scalogno
  • un sedano
  • un mazzetto di menta fresca
  • mezzo pomodorino
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.

Preparazione:

fai rosolare i gamberetti con un filo di olio extravergine d’oliva, lava sedano e carota. Pela la carota, togli le estremità e tagliala a pezzetti insieme al sedano e allo scalogno. Aggiungi tutto ai gamberetti e sfuma con metà del rum. Quindi copri con acqua e fai cuocere per 40 minuti. Nel frattempo, fai tostare il riso in una pentola per risotti (come quelle sotto) con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e il 30 g di burro. Unisci il brodo di gamberi poco per volta. In un mortaio schiaccia la scorza di lime grattuggiata, il sale, il pepe, la noce moscata, le foglioline di menta spezzettata (tieni da parte un rametto). A metà cottura aggiungi il composto del mortaio (come questo) e il rum rimasto. Porta a cottura, spegni e manteca con il burro rimasto. Ora presenta in modo attraente il piatto: adagia su un piatto una formina come quelle di Tescoma, inserisci il risotto, togli la formina e decora con un piccolo rametto di menta, i gamberetti intorno e sopra con mezzo pomodorino.

3 pentole per risotti a confronto

Lagostina – Pentola per risotto La Risottiera, con coperchio in legno e acciaio inox, 24 cm, 3,5 litri

La Risottiera è una pentola per risotto a 3 strati (acciaio-alluminio-acciaio) che assicura una perfetta e omogenea diffusione del calore dal fondo lungo tutta la superficie. Coperchio in legno di ciliegio che una volta rovesciato può essere usato come sottopentola (24 cm per 3,5  litri).

risotto al mojito con gamberetti

Confezione Pentola Risotto Alluminio Anodizzato Duro 3 pezzi 28 cm x 8cm

Rivestimento antiaderente 3 strati dentro e fuori, facile pulizia, corpo in alluminio anodizzato due volte più duro dell’acciaio inossidabile, maniglie in acciaio inox, coperchio con facile visione di vetro temperato, adatto a tutti i piani cottura compreso induzione.

risotto al mojito con gamberetti

Gironzola pentola Inox 200, 20 cm, con coperchio e mescolatore Mavixshop

Pentola in acciaio inox 18/10. Triplo fondo con coperchio e mescolatore elettrico. Elettrodomestico utilissimo per cucinare e preparare tutti i cibi (risotti, polenta, ragù, minestrone e tanti altri) dove la mescolazione continua è molto importante. Consente un notevole risparmio di tempo e fatica.

risotto al mojito con gamberetti

guarda tutte le ricette dominicane

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Informazioni su viaggi: santodomingoforever@danielalarivei.com

Leggi anche il mio blog su Vanityfair.it: nontornopiu.vanityfair.it

Foto:  © eight8 – Fotolia.com

Lascia un commento