come fare per realizzare un desiderio

Come fare per realizzare un desiderio in 10 passi

Nelle mie varie difficoltà, mi reputo una persona abbastanza fortunata perché ho realizzato molti, se non tutti, i miei progetti di vita. Compreso quello di trasferirmi, anche per solo per un anno sabbatico, a Santo Domingo. E per imparare a realizzare i miei obiettivi ho letto e studiato tanto, ho frequentato corsi, e ho seguito percorsi di coaching e psicoterapia. Se ti stai chiedendo come fare per realizzare un desiderio, per esempio quello di vivere a Santo Domingo, come avevo io, o in qualsiasi altro Paese del mondo, leggi i consigli del coach: in 10 passi se sarai motivato e costante ce la farai.

Nulla succede per caso

Nulla succede per caso. Di recente, tramite un percorso che stavo seguendo con una psicologa per questioni professionali, mi sono imbattuta nell’associazione culturale Afrodite di corso di Porta Nuova 38 a Milano (cavoli, proprio dove c’è la sede di Bimbisani e belli, il mensile che mi ha sbattuto in mezzo a una strada il 17 giugno 2013) che, a mio avviso, propone corsi e seminari interessantissimi e a un prezzo davvero accettabile (10 euro). Così, una sera decisi di iscrivermi al corso “Te stesso al 100 per cento” condotto da Massimo Brugnoli (in foto), esperto nel settore delle risorse umane e in Pnl, e life coach che ha fornito ottimi strumenti (alcuni li conoscevo già!).

Spazza via la paura

Il potenziale a disposizione di ciascuno per raggiungere la felicità non ha limiti. È possibile godersi la vita e reagire positivamente agli inevitabili problemi senza lasciarsi prendere da depressione, sensi di colpa o ansia. A trattenerci è solo la paura, che ci spinge a conformare la nostra vita a una sorta di mediocrità sentita come normale. E invece puoi:

  • migliorare il tuo modo di vivere,
  • fissare e raggiungere obiettivi personali e professionali sempre più alti, trasformando le debolezze in punti di forza,
  • imparare ad agire su pensieri, emozioni e comportamenti, iniziando subito a notare il cambiamento. 

4 caratteristiche che deve avere un obiettivo e…

Come fare per realizzare quindi un desiderio, per esempio vivere a Santo Domingo o in qualsiasi altra parte del mondo, lo ha spiegato il coach Massimo Brugnoli in 10 passi. Che condivido con te. Ecco come innanzitutto deve essere un obiettivo.

  1. Definito. Definisci l’obiettivo (uno per volta) in positivo, mai in negativo. Cioè esprimi ciò che vuoi, non cosa non vuoi. Per esempio: non dire non voglio più vivere in Italia, che è diventato un Paese di… Ma dì: voglio andare a vivere a Santo Domingo (o in qualsiasi altro Paese che tu voglia). Più specifico  l’obiettivo è, poi, meglio è: voglio andare a vivere a Las Terrenas, in Repubblica Dominicana, e fare l’agente immobiliare (o qualsiasi altro lavoro). Pensa al navigatore: non gli dici dove non vuoi andare, ma esattamente dove ti deve portare.
  2. Scritto e datato. E’ scientificamente provato che un obiettivo scritto e scadenzato dà maggiori risultati, perché si può verificare e perché la scadenza fa la differenza tra sogno e obiettivo. Quindi scrivi su un quaderno il tuo obiettivo dandogli una scadenza. Per esempio: entro il 31 dicembre 2015 voglio trasferirmi a Las Terrenas, in Repubblica Dominicana, e fare l’agente immobiliare.
  3. Sotto la tua responsabilità. Non è sotto la tua responsabilità per esempio un obiettivo d’amore, perché riguarda un’altra persona.
  4. Ecologico. Deve rispettare la persona a 360° e non deve comportare rinunce a meno che non si è consapevoli di quello cui si rinuncerà. Quello che perdi non deve essere più importante di quello che potrai guadagnare. Quindi chiediti: a cosa dovrò rinunciare quando avrò raggiunto il mio obiettivo? Sono disposto a rinunciare a tutto questo? L’obiettivo è in linea con i miei valori, cioè con quelle sensazioni che mi rendono felice?

… 6 strategie per realizzarlo

Una volta individuato l’obiettivo devi realizzarlo. Ecco le 6 strategie fondamentali.

  1. Pensa in positivo. Sembra una frase fatta, ma è la verità, seppure faticosa, perché ammetto che non è facile. Però se non si ha uno stato d’animo positivo non si farà nulla. Pensando positivo si sta meglio e si creano le precondizioni affinché si realizzi l’obiettivo.
  2. Soffermati sul risultato e non sul processo. Non pensare al fatto che ti vuoi trasferire (processo) ma soffermati sul fatto che ti vuoi trasferire in Repubblica Dominicana, a Las Terrenas, per fare l’agente immobiliare, entro il 31 dicembre 2015 (risultato).
  3. Divertiti durante il processo. Il cervello è stato programmato per andare verso il piacere e non il dolore. Quindi,  per esempio, se trasferirti ti comporta fatica, dolore e sofferenze perché devi rinunciare alla tua famiglia, ai tuoi amici, ai tuoi affetti, potresti non dare il meglio di te stesso e a un certo punto arrenderti.
  4. Spezzetta l’obiettivo. Raggiungi l’obiettivo in modo graduale, step by step, perché la gradualità comporta maggiori risultati di successo e perché la mente inconscia non sa gestire la dilazione temporale. Non solo. In questo modo potrai gratificarti immediatamente per i risultati raggiunti e il cervello ti ringrazierà.
  5. Sii motivato, costante e flessibile, ovvero pensa poco e osserva di più i risultati raggiunti (se fai una cosa e non funziona devi farlo in maniera differente).
  6. Identifica le convinzioni limitanti e potenzianti. Se non ti trasferisci perché non hai il coraggio, chiediti perché. Cerca le persone che hanno fatto il grande passo, le troverai.  Cerca riferimenti che smontano le convinzioni limitanti e sostengono quelle potenzianti. E lavora su tutto ciò che ruota intorno al tuo obiettivo: utilizza i tuoi punti di forza, migliora le tue debolezze, fai in maniera straordinaria le cose ordinarie.

Le persone di successo sbagliano di più

Ricordati che le persone di successo sono quelle che sbagliano di più. Perché compiono tanti errori in poco tempo e si correggono subito, mentre quelle che non hanno successo sbagliano di meno perché non agiscono. Ricordati che Edison ha fallito 10mila volte prima di inventare la lampadina, e ogni volta che sbagliava diceva che aveva trovato un altro modo con cui non si inventa la lampadina (ti consiglio di leggere il libro Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill, lo trovi su Amazon.it).

Non esiste il fallimento

Non esiste il fallimento: tutto ciò che esiste in natura è un risultato. Sei tu che decidi se attribuire al risultato il concetto di successo o fallimento. Che sia successo o fallimento la strada è sempre quella. Piuttosto, si può parlare di persone di successo e persone che rinunciano. Ecco il fallimento potrebbe essere la rinuncia. Il successo a breve termine è fallimento a lungo termine perché uno si adagia. mentre il fallimento a breve termine è successo a lungo termine. Ma devi essere sempre motivato e costante.

Io ce l’ho fatta!

Mi sono innamorata della Repubblica Dominicana nel 2009, quando feci la mia prima vacanza. Poi è stato un susseguirsi di vacanze. Ho iniziato a pensare di cambiare vita e trasferirmi seriamente nel 2011. Era il mio obiettivo. E l’ho realizzato. Così come ne ho realizzati tanti altri, mettendo a frutto i punti descritti sopra che in parte conoscevo già e ti assicuro che funzionano! (Puoi leggere il mio romanzo Olio di gomito su Amazon.it). “Sii te sesso. Tutti gli altri sono già occupati” (Oscar Wilde) e ricordati che ti possono togliere tutto, anche un lavoro a tempo indeterminato, ma non quello che sei diventato.

Facebook: Daniela Larivei (e se vuoi metti Mi piace!)

Foto: Massimo Brugnoli

Lascia un commento