noleggio auto repubblica dominicana

Noleggio auto in Repubblica Dominicana. Costi e consigli

Se non ci fossero i miei lettori che mi danno spunti, io come farei? Lo spunto questa volta me lo ha dato Marta, che mi scrive se conviene il noleggio auto in Repubblica Dominicana per visitare una parte dell’isola, dalla capitale Santo Domingo fino a Las Terrenas-Samanà. Dipende da quello che si vuole fare e vedere. Per tragitti brevi tipo Bayahibe-La Romana, ci si può spostare con la gua gua, il bus collettivo pubblico. Se si hanno invece in programma tragitti lunghi e luoghi da visitare difficilmente irraggiungibili con la gua gua è bene noleggiare un’auto.

Sì al noleggio auto a Santo Domingo per esplorare l’isola

Quindi, sia la gua gua sia l’auto sono buoni mezzi di trasporto, a seconda appunto della destinazione che si vuole raggiungere. La gua gua però è ovviamente più economica del noleggio auto e non prevede stress. Guidare in Repubblica Dominicana, infatti, non è difficile, ma bisogna essere molto attenti perché ci si può facilmente imbattere in strade piene di buche e dossi e prive di segnaletica. Oltretutto i dominicani nella guida sono dei pazzi (vanno anche in contromano!). Però se si vuole esplorare in lungo e in largo la Repubblica Dominicana, è bene noleggiare un’auto, che comunque sarà una bella esperienza.Con le opportune prudenze. Ecco quali.

Tante agenzie di autonoleggio. Contratta il prezzo

La Repubblica Dominicana pullula di agenzie di autonoleggio, c’è solo l’imbarazzo della scelta. In genere il noleggio auto in Repubblica Dominicana non è proprio economico: 1500 pesos (circa 30 euro) al giorno per una utilitaria, e 2000 (circa 40 euro) e più al giorno per un fuoristrada. Ovviamente, se la macchina si affitta per tanto tempo si può contrattare sul prezzo. Quando avevo affittato l’auto per un mese avevo pagato 500 anziché 900 euro. Fai attenzione a quello che è compreso nel contratto di noleggio, che dovrai tenere sempre con te in auto, per evitare spiacevoli sorprese, specie in caso di guasti. Se fai tragitti lunghi accertati sulla bontà dell’auto, per evitare, e a me è successo, l’esperienza di rimanere fermi in strade secondarie in Repubblica Dominicana. Per noleggiare un’auto bisogna essere in possesso della patente e della carta di credito.

Sii prudente a strade e animali e… ai dominicani!

Ecco alcuni consigli in caso di noleggio auto in Repubblica Dominicana.

Meglio se scegli una 4×4

Una 4×4 costa di più rispetto a una utilitaria, però è necessaria, altrimenti, come è successo a me, rischi di non poter visitare alcune zone per via di alcune strade che si possono percorrere solo con una 4×4. Per esempio, ho dovuto rinunciare a visitare le cascate di Higuera perché a un certo punto, dopo il campo di haitiani, la strada era percorribile solo con una 4×4. E mi è dispiaciuto molto.

Tieni sempre il serbatoio pieno

Le pompe di benzina (gasolina) aprono tardi e spesso prima di trovarne una devi macinare chilometri su chilometri. Quindi ti consiglio di avere sempre il serbatoio pieno. Anche rimanere con il serbatoio vuoto è un’esperienza che non mi sono fatta mancare. Cercavo una zona di Punta Cana e all’improvviso la linea del serbatoio è scesa in riserva (accertati sempre che tutto funzioni e che non ci siano spie accese). Panico. Ho pregato tutti i santi possibili per riuscire ad arrivare alla pompa di Bavaro. Ce l’ho fatta. Ma non è una bella emozione da provare. La benzina non è molto economica, comunque costa poco meno che in Italia.

Fai attenzione alle strade

Nell’isola vengono effettuati e sono in corso importanti lavori per facilitare la viabilità. Le autostrade tra Punta Cana e Santo Domingo e tra Santo Domingo e Puerto Plata sono ottime. Attenzione invece alle vie secondarie, specie se non vuoi spaccare l’auto (che poi ti faranno pagare) perché sono piene di buche e dossi alti. Inoltre c’è il rischio di investire animali, che sono liberi e quindi possono attraversare all’improvviso la strada o ci sostano senza problemi. Anche la segnaletica, nelle strade secondarie, non è sufficiente né a livello di qualità né a livello di quantità.

La mia prima volta…

La prima volta che ho guidato in Repubblica Dominicana mi sono recata da Bayahibe a Higuey. Guidavo e pregavo, anche perché ero riuscita a imbattermi nel mercato! Ovvero ero in pieno caos. Avevo perfino male agli occhi a forza di controllare tutto: animali, motoconcho (moto taxi), pedoni, auto in contromano… Se non ho bocciato quella volta, penso di averla franca per tutta la vita!

Evita di guidare di notte

Le strade dominicane sono poco illuminate e in quelle secondarie l’illuminazione è pressoché assente. Inoltre, quasi tutti i motorini locali circolano senza illuminazione.

Non ti far ingannare dalle distanze

Prima di partire in auto, cartina alla mano (e magari nella patente metti 10 dollari). Ma non farti ingannare dalle distanze. Per via delle strade e di alcune condizioni di viabilità (come la presenza di animali allo stato libero) 10 chilometri li potresti percorrere anche in un’ora. Quindi nel calcolo delle distanze e dei tempi di percorrenza, considera il Paese in cui ti stai trovando. Sulle autostrade, il limite di velocità è di 80 km/h, in città di 40 km/h. In ogni caso ti consiglio di guidare sempre piano, perché ti potresti appunto imbattere all’improvviso in buche, dossi o animali, iguane comprese (ma sono simpatiche!).

Se vuoi prenotare un’auto con alcuni leader mondiali nel noleggio auto, compila il modulo qui sotto e riceverai un preventivo gratuito.

Facebook: Daniela Larivei (e se vuoi metti Mi piace!)

Foto: @Daniela Larivei

Lascia un commento