repubblica dominicana è un paese in crescita

Perché la Repubblica Dominicana è un Paese in crescita

La Repubblica Dominicana è un Paese in crescita perché grazie a diversi fattori, come l’invidiabile location geografica, le norme legali vigenti, la stabilità politica ed economica e le infrastrutture, offre diverse opportunità di business e investimenti (leggi anche Vieni a lavorare in e con la Repubblica Dominicana). Vediamoli nel dettaglio con il supporto della “Guida degli affari in Repubblica Dominicana by Pellerano & Herrera”.

Location geografica invidiabile

La posizione dell’isola nel centro dei Caraibi permette di accedere facilmente ai mercati dell’America del nord, del sud e centrale, che può fungere così anche da ponte tra questi mercati e il continente europeo per il commercio di beni e servizi.

Sistema legale che incentiva

Il sistema legale dominicano è un incentivo per gli investimenti. “In Repubblica Dominicana ci sono eccellenti opportunità di investimenti e finanziamenti. Anche aprire una impresa è facile e veloce. In un Paese che ha una crescita del Pil superiore al 7%  non è difficile intercettare opportunità. Per esempio, ci sono zone turistiche in forte sviluppo turistico come Puerto Plata, Samana e Punta Cana” ha sottolineato Manuel Pacheco, direttore della Promozione degli investimenti e dello sviluppo del Ministero del turismo.

Economia in forte sviluppo

Negli ultimi anni la Repubblica Dominicana ha registrato una invidiabile stabilità macroeconomica constatabile in una crescita progressiva dell’economia, in un tasso di cambio e di inflazione che si mantiene a livelli uniformi e sani. Grazie alle manovre del governo, l’economia dominicana ha avuto infatti un processo continuo e regolare di modernizzazione, che ha permesso di aprire e integrare commercialmente l’economia locale con i mercati internazionali, in modo sicuro e libero.

L’economia dominicana, che  dipende dalla integrazione economica internazionale, presenta due profili diversi: l’economia esterna, con focus su turismo e zone franche industriali, e l’economia domestica con focus su comunicazione, costruzioni, elettrecità, commercio e trasporti (leggi anche Fare impresa in Repubblica Dominicana in una settimana!).

I settori in crescita

I settori in crescita (dati 2014) sono, in ordine: minerario, costruzioni, educazione pubblica, finanziario, hotel, bar e ristoranti, sanità privata, trasporti, sanità pubblica, manifattura locale, comunicazioni, commercio, settore pubblico, energia, agroalimentare, altri servizi, zone franche, immobiliare, educazione privata. Il tasso di inflazione nel 2014 è stato dell’1,58%.

Infrastrutture sviluppate

In più la Repubblica Dominicana conta una rete di infrastrutture abbastanza sviluppate per soddisfare le esigenze di una società che si basa soprattutto sulla commercializzazione di beni e servizi. La rete delle strade è una delle migliori della regione e permette di raggiungere tutti i punti del Paese. Ci sono infatti 8 aeroporti internazionali e 14 porti moderni importanti, ampi ed efficienti localizzati a breve distanza dai centri di produzione. Anche il sistema di telecomunicazioni costituisce uno dei principali vantaggi competitivi del Paese.

Situazione politica stabile

La Repubblica Dominicana è una democrazia rappresentativa eletta con voto diretto e segreto dal 1966. Attualmente il governo vanta aspirazioni a sviluppare un progetto economico aperto al mondo con un sistema giuridico trasparente e stabile, dove la sfera politica ha una forte alleanza con il settore privato.

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Foto: ©Repubblica Dominicana Ministero del turismo (Palacio Nacional, Santo Domingo)