jack russel a pelo corto

Joy: Jack Russel a pelo corto che non sopporta Vittorio Sgarbi

 

Quando al telefono mi ha detto che era un Jack Russell a pelo corto mi ero preoccupata, perché proprio qualche giorno fa un’amica mi aveva parlato poco bene di questa razza, descrivendola come troppo vivace e rompiscatole. E così dissi ad Andrea, il papà umano, che prima di occuparmene nei giorni di fine ottobre, durante la sua assenza, avrei voluto conoscere prima il cagnolino. In caso di cani mi comporto comunque sempre così: non accetto affidamenti senza conoscere prima il peloso. Anche solo per fare amicizia, per alleviargli poi, al momento, l’ansia da separazione. E così un sabato mattina io, Andrea e il suo Jack Russel, che si chiama Joy, ci incontrammo per un caffè. Ovviamente Joy invece del caffè ha mangiato il suo biscottino. Mi resi subito conto che oltre a essere buffo, con il suo bellissimo e tenero muso e le sue zampette corte, Joy era anche molto dolce.

Continua a leggere…

come creare un blog aziendale di successo

Come creare un blog aziendale di successo

 

Come creare un blog aziendale di successo? Se sei un brand, lavori in un’azienda o sei un libero professionista, di sicuro te lo sei già chiesto mille volte. Ne hanno parlato Giulia Marchesan e Fabio Sonce, fondatori di bambinoconlavaligia.com durante la fiera Smau 2017 che si è tenuta a Milano il 24-25-26 ottobre. Il blogging  aziendale serve per raccontare in modo diverso l’azienda e per vendere servizi. Ne avevo già parlato anche nel mio post Così guadagno con il mio blog di viaggi.

Continua a leggere…

vivere in repubblica dominicana: ecco una donna che si gode la vita in spiaggia con i suoi cani

Gabriella: “Ho deciso di vivere in Repubblica Dominicana”

 

Stai pensando di mollare tutto e di andare a vivere in Repubblica Dominicana (prima però leggi 5 consigli per vivere a Santo Domingo 3 cose da accettare in Repubblica Dominicana)? Ecco la storia di Gabriella Manerba, 51 anni, una vita frenetica e un passato di Pr a Milano alle spalle. Ha lasciato l’Italia per trasferirsi ai Caraibi (ti consiglio la lettura del post  Come saper vendere se stessi ai Caraibi), e più precisamente a Las Terrenas, un piccolo paesino nella provincia di Samanà.

Continua a leggere…

una lavagna con scritto di raccontare la propria storia imparando a scuola di scrittura di viaggio

Scuola di scrittura di viaggio: 30 lezioni per dare il meglio di sé

 

Ci sono diversi motivi per cui si viaggia e si decide di raccontare un viaggio, per esempio per dare un senso a ciò che si è visto, riviverlo a distanza, trovare ispirazione per nuove avventure… Ma se lo si fa come professione è bene imparare i segreti della narrativa di viaggio. Ne parla molto bene un libro che ho letto di recente Raccontare il viaggio. 30 lezioni dalla scrittura all’immagine attraverso lezioni ed esercizi che insegnano appunto i segreti della narrativa di viaggio, dal reportage giornalistico al diario, dal blog (per approfondire: Così guadagno con il mio blog di viaggi) al carnet de voyage. Una vera e propria scuola di scrittura di viaggio: tecniche, esercizi, suggerimenti pratici e trucchi del mestiere su tutte le forme di racconti di viaggio inclusi foto, video e disegno. Un manuale firmato dai docenti della Scuola del Viaggio (Andrea Bocconi, Guido Bosticco, Vince Cammarata, Andrea Canepari, Stefano Faravelli e Claudio Visentin) con Touring Club  Italiano).

Continua a leggere…

storie simpatiche di gatti

Amelie, una gatta simpaticamente… bipolare!

 

È stata, la mia, un’estate di fuoco. In tutti sensi. Per il caldo e per l’intenso lavoro. Di fuoco e… molto pelosa! Già, perché da metà giugno al 31 agosto (con picco il mese di agosto, e ancor di più la settimana di Ferragosto) ho lavorato davvero tanto come pet sitter. E ogni peloso a modo suo mi ha lasciato qualcosa e regalato momenti da raccontare. Dopo la storia di Phoebe, la Setter Inglese che ripara il wifi (leggila Phoebe, la setter inglese che ripara il wifi), oggi racconto di un gatto particolare, anzi, di una gatta. Amelie, gatta bellissima con due perle azzurre al posto degli occhi, simpatica ma… bipolare! E che inaugura l’inizio dei miei racconti di storie simpatiche di gatti.

Continua a leggere…

donna che lavora in una Ong in Repubblica Dominicana

Storia di Cristina: da Cagliari a una Ong in Repubblica Dominicana

Continua l’appuntamento con Case History della Repubblica Dominicana. Sono tanti gli italiani che scelgono la Repubblica Dominicana non solo per le vacanze o svernare ma anche per rifarsi una vita. Molte anche le donne che hanno scelto l’isola del sorriso partendo da sole o giovanissime e, sembrerà strano, rinunciando a un posto fisso come Diana, da pugliese a cittadina dominicana. Perché spinte dal desiderio di avere una vita professionale più riconoscente sotto il sole e a suon di bachata e allegria. E qualcuna ha trovato anche l’amore. Come Cristina Manca, 28 anni, di Cagliari, che a Miches, nella parte est del Paese, è responsabile di un progetto per il benessere dell’infanzia di una Ong e ha una agenzia di escursioni a cavallo.

Continua a leggere…

lavorare e guadagnare viaggiando in barca a vela

Come lavorare e guadagnare viaggiando in barca a vela

Viaggiare piace a tutti, o meglio, alla maggior parte delle persone. Se poi si trova il modo di viaggiare e farsi pure pagare, beh, allora si è fatto bingo. E da oggi forse qualcuno potrebbe davvero farlo. Sailsquare, il marketplace di vacanze ed esperienze in barca a vela, la start up che alla cravatta preferisce stare con le infradito, leader in Italia e in Europa, cerca un Media Crew & Quality Tester.

Continua a leggere…