febbre sulle labbra

Così eviti la febbre sulle labbra dovuta al sole

Ho iniziato a soffrire di herpes, cioè di febbre sulle labbra, a 16 anni. E sai perché? Perché ero andata al mare in Liguria con amici e in una giornata volevo diventare nera! Risultato? Ustione su tutto il corpo e labbra mostruose, gonfie, doloranti, piene di febbri! Ero in uno stato pietoso. Da quel momento, nel mio organismo si è attivato il virus dell’herpes e in alcune circostanze, come quando prendo il sole, si manifesta e compare sulle labbra. Ed è iniziato così anche il mio calvario dal dermatologo perché, quando ero appunto ahimè più giovane, avevo l’herpes ogni quindici giorni. Insomma, non era più vita. Cosa mi ha consigliato il dermatologo? Una profilassi di prevenzione, che ho ripetuto diverse volte nell’arco della mia vita, e soprattutto mi ha vivamente consigliato di proteggere le labbra, in modo da evitare appunto la formazione di febbre sulle labbra dovuta al sole, utilizzando un buon burro cacao con fattore di protezione.
Continua a leggere…
pietra dura semipreziosa

Una pietra dura semipreziosa esclusiva: il Larimar

Il Larimar è una pietra dura semipreziosa di colore turchese, scoperta nel 1978 e molto rara. Infatti, la puoi trovare solo in Repubblica Dominicana, in una montagna vicino a Barahona. Per questo, se vai in vacanza in Repubblica Dominicana, ti consiglio, se ti piace, di comprarlo perché non lo troverai da nessuna altra parte del mondo. Inoltre, nessuno conosce la quantità di riserva delle mine di questa pietra e può prendere molto valore nel tempo.
Continua a leggere…
kit di prodotti da viaggio

Ecco un kit di prodotti da viaggio ideali per l’aereo

Di viaggi ne ho fatti abbastanza e ogni volta che mi presentavo all’aeroporto avevo lo stesso problema: una valigia troppo pesante. Sia quando partivo sia quando tornavo. Perché. Perché io rinuncio a tante cose ma non ai prodotti per il corpo e la cura personale, e ai libri. Anche perché per me viaggiare vuol dire prendermi cura del mio corpo, oltre che della mia anima. L’altro problema era che molti prodotti venivano e tornavano con me: talmente tanti, talmente grandi che non li finivo mai e quindi li riportavo indietro. In più avevo i souvenir che compero sempre in dosi massicce. Dovevo trovare il modo per viaggiare più leggera senza rinunciare a tutti i miei prodotti. Ovvero dovevo iniziare a utilizzare un kit di prodotti da viaggio, o travel size, ideali proprio se si prende l’aereo.
Continua a leggere…
come proteggere capelli da sole e mare

Come proteggere i capelli da sole e mare già in vacanza

Se hai i capelli come me, ovvero ingestibili, e colorati, te ne devi prendere cura sempre. A maggior ragione se vivi o andrai in vacanza sotto il sole. Se, nel mio anno sabbatico sotto il sole cocente della Repubblica Dominicana, non li avessi curati, protetti, amati… non oso pensare come sarei tornata in quel di Milano… Quindi se stai per partire per una vacanza in Repubblica Dominicana, considerato che questo è il periodo migliore dell’anno, perché le temperature sono sì molto calde ma con un basso tasso di umidità, inizia a proteggere i capelli da sole e mare (sale e sabbia), già durante il tuo soggiorno (se non lo fai e si rovinano allora leggi 10 prodotti per curare i capelli rovinati dal sole).
Continua a leggere…
donna che si tocca ascella prima di mettersi un deodorante roll-on da viaggio

Un deodorante roll-on da viaggio

Non so te, ma io quando viaggio ho sempre Kg in più che pago profumatamente. E Paesi come Santo Domingo in questo senso ci vanno a nozze: 18 euro in più a chilo. Infatti, spesso nell’aeroporto italiano se i Kg in più non sono eccessivi (2-4) gli operatori chiudono un occhio. Ma se ritorni da Santo Domingo puoi metterti in ginocchio che non c’è santo che tenga: devi pagare anche un chilo in più. Poi, per carità, le giornate buone esistono per tutti. Ma rendere la valigia più leggera, puoi. Riempiendola di travel size, ovvero prodotti in formato molto piccolo, come questo deodorante roll-on da viaggio.
Continua a leggere…
stand della repubblica dominicana con staff durante la fiera bit dove si è parlato di ecoturismo a santo domingo

Ecoturismo a Santo Domingo: lo dice la Bit 2015

Nel 2014, l’Italia si è aggiudicata il quinto posto (è preceduta da Belgio, Spagna, Inghilterra e Germania, che è al primo posto) tra i mercati europei che soddisfano turismo verso i Caraibi. E secondo le cifre della Banca Centrale gli arrivi via aerea in Repubblica Dominicana sono stati il 2,4 per cento (circa 82mila) in più rispetto allo scorso anno. La Romana-Bayahibe ha registrato il 54,1% di turisti provenienti dall’Italia, mentre il 37 per cento è arrivato all’aeroporto di Santo Domingo. Ma ora, secondo la Bit, Borsa internazionale del turismo, 2015, si aggiunge anche l’ecoturismo a Santo Domingo (leggi anche il post Repubblica Dominicana alternativa: ranchos e lodges).
Continua a leggere…
lago enriquillo

Il lago Enriquillo e i coccodrilli americani

Se hai voglia di fare una bella, anche se impegnativa, escursione in Repubblica Dominicana, ti consiglio di visitare il lago Enriquillo con i suoi coccodrilli americani. Si trova in una zona lontana dai circuiti turistici, ovvero al sud della Repubblica Dominicana (leggi anche Pedernales e la sua natura selvaggia), quasi ai confini di Haiti. Però vale davvero la pena visitare il lago e con esso tutta la zona circostante. Perché non mi stuferò mai di dirlo, Santo Domingo non ha solo lo sballo ma anche, e soprattutto, una natura che non aspetta altro di essere esplorata: laghi, lagune, cascate spettacolari, grotte… A proposito, organizzo con Criand Tour Operator un Viaggio alla scoperta del sud dominicano: vieni?
Continua a leggere…