mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019: tra queste, l'Australia per vedere il quokka

5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019

Invece di fare il classico post sul bilancio di fine anno e dei buoni propositi per il 2019 (che tanto, poi, io rispetto  ben poco) ho deciso di fare un post sulle 5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019, secondo le previsioni di una ricerca svolta da momondo basata su ricerche e clic per i voli di andata e ritorno in classe economica registrati dal motore. Vediamole e dimmi se sei d’accordo!

Le destinazioni turistiche di successo del 2018

Prima però di conoscere le 5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019, ecco uno scorcio veloce sulle destinazioni di successo del 2018. Sempre secondo l’analisi dei dati raccolti da momondo, nel periodo che va da luglio 2017 a ottobre 2018, sul podio della classifica delle destinazioni più economiche ci sono Sofia, Berlino, Eindhoven, Bruxelles e Londra, mentre tra le mete più popolari New York, Bangkok, Tokyo, Amsterdam e Miami. 

5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019

Ma ecco invece le 5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019. 

Fort-de-France (Martinica)

Ai Caraibi, nelle Piccole Antille da Wikipedia, emerge Martinica, grazie a clima sempre mite, spiagge paradisiache, acque cristalline e relax. Le spiagge (Les Salines, Grande Terre des Salines, Anse Mabouyas, tra le altre) si alternano a fitte foreste tropicali e paesini pittoreschi, la cultura a una variegata cucina creola.

Fort-de-France, il capoluogo, ospita La Savane, un’enorme piazza che è al contempo un giardino, su cui si affaccia la biblioteca Schoelcher, opera dell’architetto francese Henri Picq, che ha lasciato altre sue tracce nella cittadina. Ovunque andrai respirerai una bellissima aria di festa. D’altronde sei ai Caraibi!

Pointe-à-Pitre (Guadalupa)

Sempre nelle Piccole Antille francesi, c’è Guadalupa, l’isola più estesa tra le Piccole Antille, in realtà costituita da due isolotti separati da uno stretto canale naturale, chiamato Rivière Salée:

  • l’isola occidentale, Basse-Terre, è montuosa, selvaggia ed è il regno della foresta pluviale tropicale e delle piantagioni di banane,
  • l’isola orientale, Grande-Terre, è pianeggiante, coltivata a canna da zucchero ed è il luogo dove si concentrano le spiagge più frequentate.  Pointe-à-Pitre, situata su Grande-Terre, ospita un caratteristico mercato dell’artigianato e delle spezie. Imperdibile il Ti’ punch, fatto con rum bianco, lime e zucchero di canna.

Amman (Giordania)

Per chi ama il Medio Oriente, Amman è un’ottima base per scoprire la Giordania e i suoi monumenti storici:

  • la parte occidentale della città è vivace, moderna e ospita molti centri commerciali,
  • l’area orientale custodisce rovine antiche e splendide. Nella Cittadella, sulla collina Jabal al-Qala’a, si trovano i resti del tempio romano di Ercole e il complesso ottocentesco del Palazzo degli Ommayyadi. Ai piedi della collina, ti imbatterai nella piazza Ashemita con il teatro romano e l’Odeon e, a breve distanza, il ninfeo, che è una fontana pubblica romana realizzata nel II secolo. Da visitare anche  la moschea del re Abdullah I, sormontata da una cupola in mosaico blu. E al tramonto d’obbligo la tappa al punto panoramico della Cittadella: potrai ascoltare la chiamata del muezzin mentre gusterai la vista della capitale giordana.

Perth (Australia)

Nell’Australia Occidentale, vince la sua capitale Perth, considerata una delle città più vivibili al mondo. Il centro e il quartiere di Northbridge sono animati da ristoranti caratteristici, bar e posti dove ascoltare musica dal vivo. Poco distante si trova Kings Park (con anche il giardino botanico), più grande di Central Park a New York: l’ingresso a questa immensa area verde è delimitato da altissimi alberi dal tronco bianco. 

Da visitare anche:

  • la costa per le magnifiche spiagge sabbiose e acque turchesi,
  • la Swan Valley, la più antica regione vinicola australiana, dove potrai fare il giro dei vigneti e delle cantine,
  • Rottnest Island, a una ventina di chilometri al largo di Perth, perché ospita un piccolo marsupiale che si trova solo da queste parti, ovvero il quokka (nella cover): non avrai difficoltà a scattare un selfie in sua compagnia, perché è decisamente molto socievole. Che meraviglia! Tra i miei sogni!

Medellín (Colombia)

Infine, tra le 5 mete esotiche di tendenza da visitare nel 2019 c’è anche Medellín, la cosiddetta “città dell’eterna primavera” e capoluogo di Antioquia, dipartimento montuoso della Colombia, che ha vissuto negli ultima anni una profonda trasformazione ed è oggi una città piena d’attrattiva, complice il cineturismo legato a una popolare serie cui Medellin fa da location e l’ottima offerta culinaria. Di recente Will Smith ha girato un suo film proprio in Colombia e una mia cara amica lo ha visto e si è fatta un selfie! Che invidia!

A Medellin puoi inoltre:

  • camminare per il noto quartiere El Poblado dove in uno dei tanti bar della zona potrai sorseggiare il rinomato caffè colombiano,
  • visitar il Museo di Antioquia, che ospita una collezione di opere di Fernando Botero, nato a Medellín, e la vicina piazza intitolata all’artista e popolata da sue enormi sculture in bronzo,
  • fare un giro sulle cabinovie (metrocable) che collegano il centro ai barrios (quartieri) circostanti in collina, offrendo una vista incredibile sulla sottostante Valle d’Aburrá.

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Rispondo pubblicamente su:

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Instagram: daniela.larivei

Post del blog danielalarivei.com

@momondo

#owtravelers #admomondo