Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato?

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato?

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato? Quando i miei clienti mi chiedono se secondo me fanno bene a prendere un altro gatto, la mia risposta non è mai uguale, a volte è un sì, a volte un no. La decisione infatti dipende dal gatto che già hanno in casa.  Non tutti i gatti sono uguali, quindi quello che per noi potrebbe essere un bene, per il nostro peloso potrebbe essere fonte di stress o addirittura un dispiacere. È importante scegliere dal punto di vista del gatto e non del nostro! Ecco perché.

Non è vero che il gatto ama sempre star solo

Quando si tratta di esseri viventi, ogni generalizzazione va bandita. Si dice che il gatto sia un animale non sociale. Non è proprio così, o meglio, per il gatto la socialità non è obbligata, perché è abituato a risolvere i problemi da solo e perché non è un animale da branco (e per questo è più facile che riescano a convivere tra loro gatti, magari ignorandosi, piuttosto che cani).

Fatta questa premessa, non è detto comunque che il gatto ami stare solo. Anzi. Soprattutto oggi, che i gatti sono sempre più inseriti tra le mura di casa e quindi insieme agli esseri umani, sono sempre più frequenti gatti che proprio non ne vogliono sapere di stare da soli (per esempio, scrivo questo post con Michu sulla pancia che mi rilassa con le sue fusa!). Tra i miei clienti, poi, riscontro alcuni gatti molto cani e cani molto gatti!

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato? Dipende…

Quindi veniamo alla domanda: “Tata, secondo te faccio bene a prendere un altro gatto?”.

Io rispondo sempre tenendo in considerazione lui, il gatto già presente. Bisogna valutare lui! Perché c’è chi ama stare senza simili e chi invece è contento della loro compagnia. Un po’ come noi… Cerca di evitare ogni presa di posizione antropocentrica (tradotto, il solo e unico tuo punto di vista!). Una volta una cliente (mamma umana di Milo: Caso Weinstein felino: storia di Milo El Violador) mi disse che voleva che il suo gatto, di dieci anni, imparasse a socializzare e quindi era contenta lasciarmelo quando a casa mia c’erano tanti gatti. Il suo gatto, invece, non la pensava proprio così! Volere bene al proprio animale vuol dire rispettare la sua indole, le sue esigenze. Ogni gatto, quindi animale, ha infatti individualità e caratteristiche proprie.

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato? Valuta questi fattori

La soluzione migliore è prendere subito due gatti insieme, due cuccioli oppure  due gatti adulti che sono già abituati a convivere. Diversamente bisogna valutare alcuni fattori, tra cui:

  • età del gatto già presente: un gatto anziano che ha passato la propria vita lontano dai suoi simili difficilmente riuscirà ad accettare un nuovo intruso, che potrebbe diventare fonte di stress. Un gatto adulto o anziano potrebbe soffrire (e ho un Case Study) l’arrivo di un cucciolo perché le modalità di interazione sono diverse: il cucciolo è pieno di energia e vorrebbe sempre giocare, a differenza del gatto adulto o anziano. Se il gatto che hai già in casa è giovane come il secondo che vorresti prendere e hai valutato bene la predisposizione del gatto che hai già, di solito ambientarsi non rappresenta un grosso problema, al massimo ci sarà qualche baruffa iniziale dopo la quale i due diventeranno buoni amici;
  • carattere: se il gatto che hai già è dominante, è preferibile mettergli accanto un gatto con un carattere invece dimesso, tollerante.

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato? I benefici

Quindi non c’è un giusto o sbagliato, ma bisogna valutare ogni singola situazione, ogni caso, ogni peloso. A meno che il  gatto non sia particolarmente solitario e restio al contatto con altri animali, un amico potrebbe rendere la sua vita più divertente, serena e…  felina! Tra i miei clienti per fortuna ci sono casi in cui un nuovo compagno ha migliorato la vita del gatto già presente, semplicemente perché si trattava di un gatto già di suo molto socievole e giocherellone e quindi non poteva che essere contento ad avere un nuovo compagno di avventure! Ora giocano, si confrontano alla pari, fanno allogrooming bisticciano per diventare poi ancora più amici... e non sono decisamente per nulla stressati! I gatti si legano molto ai propri simili e sono in grado di instaurare rapporti profondi.

 

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato?

Come introdurre un secondo gatto in casa

Bene. Hai valutato positivamente l’introduzione di un secondo gatto. A questo punto sicuramente ti chiederai: ma come faccio? Il gatto è molto territoriale quindi, all’arrivo di una new entry che invade la sua proprietà, potrebbero esserci piccoli problemi che però in genere si risolvono in breve tempo. In base alla mia esperienza, ho riscontrato che i maschi sono più predisposti alle nuove amicizie, mentre le femmine sono più scorbutiche.

Nei mesi estivi, casa mia è abitata in genere da otto gatti. Tutti mi chiedono come faccia a farli andare d’accordo. Pratico l’empatia operante e la triangolazione. Ma in primis cerco di trasmettere io stessa serenità e tranquillità. Poi a tutti do le stesse attenzioni e coccole e li considero alla stessa misura, rispettando pur sempre i tempi di adattamento di ogni singolo gatto. Due soffiate comunque non sono un problema, anzi, servono per dettare regole e iniziare la convivenza.

Per far accettare un nuovo gatto e aiutare e favorire la convivenza, aggiungo alla pappa un integratore a base di foglie di olivo, calendula e valeriana che oltre a sostenere il benessere del peloso è un valido aiuto in caso di stress legato all’arrivo di un altro gatto (lo trovi qua bit.ly/elpolicat).

Leggi anche: I benefici delle foglie di olivo su cani e gatti

Se ti chiedi dopo quanto tempo due gatti vanno d’accordo, ti dico che non c’è una regola. Anche in questo caso dipende dai gatti, per esperienza posso dirti che, salvo casi particolari, le tempistiche sono brevi. È importante però rispettare i loro tempi, magari facendo un inserimento graduale, e spargere per tutta la casa… tanto amore!

Il mio gatto accetterà un nuovo arrivato?

 

Se vuoi una consulenza sulle foglie di olivo per il benessere dei gatti, compila il modulo qui sotto:

    Guarda anche il mio canale peloso YouTube con tante storie a prova di miao e bau (e non solo!).

    Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

    Acquista il mio libro Professione Digital Pet Sitter di Dario Flaccovio Editore

    Se mi vuoi contattare, qui trovi i miei contatti e segui le indicazioni!

    (Foto by Pixabay)