come monetizzare un blog di animali

Come monetizzare un blog di animali

Se hai un blog sicuramente ti sei chiesto molte volte come poter guadagnare. Bene, in questo post ti spiego come monetizzare un blog di animali sottolineando ancora una volta quanto sia importante avere una nicchia di riferimento. Il mio blog danielalarivei.com sì è evoluto e anche più di una volta. All’inizio era solo un blog sulla Repubblica Dominicana, perché era la mia specializzazione. Poi piano piano ho aggiunto argomenti a me cari e che posso affrontare con sicurezza. Aumentando così fonti di guadagno e collaborazioni fino alla pubblicazione del mio libro Professione Digital Pet Sitter di Dario Flaccovio editore. E ora ti dico come ho fatto.

Come monetizzare un blog di animali: i 3 requisiti basic

ll blog nasce come diario online e come ogni diario racconta una storia con lo stile del racconto attraverso testi, immagini e video. A differenza dei social, il blog con dominio proprietario è tuo per sempre, mentre i social possono sparire da un giorno all’altro e se hai investito tutto nei social puoi ritrovarti un giorno senza più niente. Ma vediamo come farlo funzionare e come guadagnare con un blog. 

1. Devi amare scrivere (contenuti di qualità)

Innanzitutto, devi amare scrivere e avere una ottima padronanza della lingua italiana (che non è proprio così scontato oggi) e sapere redigere contenuti di qualità, in ottica SEO (search engine optimization, ottimizzazione sui motori di ricerca), interessanti e utili, coinvolgenti e che invitino all’azione. Se non ti piace scrivere o non hai argomenti, lascia perdere. Devi avere poi tempo per scrivere ed essere costante nella pubblicazione. Io sono abbastanza attiva sul blog perché sono una giornalista, quindi mi piace scrivere e fare storytelling.

2. Ti devi munire di santa pazienza a lungo termine

Non dimenticare che il blog è un investimento a lungo termine, ovvero che permette di raccoglierne i frutti nel lungo periodo. Quindi devi avere anche tanta pazienza!

3. È necessario analizzare il target e trovare la tua nicchia

Devi fare un’analisi e individuare il tuo target e la tua nicchia di riferimento cercando di essere il più possibile verticale, anche perché a Google piacciono i blog verticali e non generalisti. Anche a me non piacciono i blog generalisti, che parlano di tutto. In primis perché oggi è difficile posizionarsi in rete come generalista e poi perché gli utenti preferiscono rivolgersi a persone specializzate.

Il blog non è morto, anzi!

Il bello del blog, a differenza dei siti istituzionali, è che “ci si mette la faccia”. Il blog è il proprio biglietto da visita. Il blog è uno strumento di comunicazione efficace perché, oltre a permetterti di raccontarti, ti permette di raggiungere nuovi clienti, costruire una tua community e vendere i tuoi servizi, come, in questo caso, il pet sitting. In barba a chi dice che è morto, il blog è invece vivo e sta benissimo e io sono la conferma! Un blog di successo (per approfondire leggi Come creare un blog aziendale di successo) che funziona bene,  converte l’utente in cliente indipendentemente dai numeri che genera.

Come monetizzare un blog di animali: 5 soluzioni

Ti accorgi che il blog sta diventando una professione quando aumentano i numeri oppure converte indipendentemente dai numeri, quando ci dedichi otto ore al giorno se va bene, quando non riesci più a rispondere in tempo reale a chi ti scrive.

Ma quindi come monetizzare un sito? 

In caso di pet blog ci sono diverse forme di capitalizzazione:

  1. richieste per servizi di pet sitting (potrebbe anche interessarti Come diventare una pet sitter di successo);
  2. affiliazioni, per esempio proponendo e/o recensendo prodotti pet (oltre ad Amazon, io utilizzo molto Awin);
  3. pubblicità; in questo caso però sono importanti i numeri (cioè le visite del blog), che si possono aumentare anche con le campagne: più ne hai e più guadagni;
  4. consulenze;
  5. collaborazioni per social e blog post commissionati da brand, note piattaforme come getfluence.com o web agency.

Devo dirti allo stesso tempo che il settore pet, che è in forte crescita e per cui c’è un grande business, è anche quello più restio a investire in progetti di comunicazione. In ogni caso, per proporti ai brand del settore pet, puoi:

  • aspettare che siano le agenzie o i brand a contattarti per chiederti di avviare una collaborazione,
  • approcciare direttamente tu il brand, per esempio proponendo obiettivi che vorresti raggiungere insieme, portando come esempio progetti concreti che hai realizzato e obiettivi raggiunti e presentando i tuoi dati di Google Analytics.

Per approfondire meglio l’argomento su come monetizzare un blog di animali ti consiglio di acquistare il mio libro Professione Digital Pet Sitter di Dario Flaccovio Editore dove trovi maggiori dettagli e tanti altri utili consigli!

Se invece hai bisogno di una pet sitter nella zona di Milano, contattami compilando il modulo qui sotto, ti rispondo entro 24 ore!

I dati personali forniti saranno trattati al solo fine di rispondere alla tua richiesta e per aggiornarti sugli ultimi post del mio blog, nel pieno rispetto di quanto descritto nella Privacy Policy. Scrivendo, confermo di aver preso visione dell’informativa.

Guarda anche il mio canale peloso YouTube con tante storie a prova di miao e bau (e non solo!).

Se mi vuoi contattare, qui trovi i miei contatti e segui le indicazioni!

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

(Foto di Karen Arnold da Pixabay)