diabete nei pelosi

Diabete nei pelosi: cause, sintomi e cure

Novembre è “Il mese del diabete del cane e del gatto” e così fino al 30 novembre in circa 2000 ambulatori veterinari e in numerose farmacie di tutta Italia sarà possibile approfondire la patologia e ritirare il materiale informativo. L’iniziativa è stata realizzata da Msd Animal Health in collaborazione con Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari italiani) e Diabete Italia, anche in occasione della Giornata mondiale del diabete che si è tenuta ieri 14 novembre.

Diabete nei pelosi: le cause

Il diabete colpisce anche cani e gatti e in Italia e sarebbero circa 280 mila pets affetti da questa patologia. Proprio di recente, al cane della mia vicina di casa è stato diagnosticato il diabete e purtroppo, anche per altre patologie, è volata in cielo (buon Ponte Happy). Il diabete infatti può ridurre la qualità di vita e portare a una morte precoce anche nei pelosi. Esattamente come negli umani, uno dei fattori che causano la malattia:
  • uno stile di vita non corretto e sedentario,
  • sovrappeso,
  • cattive abitudini alimentari.

Diabete nei pelosi: le razze più colpite

“Di solito – spiega Marco Melosi, presidente di Anmvi – ad ammalarsi sono gli animali adulti e anziani, spesso in sovrappeso. Il cane è colpito quasi esclusivamente dal diabete di tipo 1, quello di tipo genetico, e le femmine affette risultano essere il doppio rispetto ai maschi. Anche alcune razze sono più a rischio: Setter Inglese, Terrier, Samoiedo, Schnauzer Nano, Beagle, Barbone, Dobermann Pinscher, Golden Retriever e Labrador. Nel gatto, affetto prevalentemente dal diabete di tipo 2, risultano più colpiti i soggetti castrati. A differenza del cane, in quest’ultima specie il legame tra obesità e comparsa della malattia è stato chiaramente dimostrato”.

Diabete nei pelosi: i sintomi

Il diabete può dar luogo anche ad altri disturbi. Tra le complicanze del diabete nei cani per esempio c’è la cataratta, nei gatti, la debolezza alle zampe posteriori. Una diagnosi precoce, quindi, è fondamentale e bisogna fare attenzione ad alcuni sintomi ben precisi:

  • sete intensa e urinazione abbondante,
  • perdita di peso malgrado l’aumentato appetito,
  • sonnolenza,
  • pelo più rado e opaco,
  • assenza di auto pulizia nel gatto,
  • cataratta nel cane.

Diabete nei pelosi: le cure

Prevenire, però, si può ed è importante per contrastare e tenere sotto controllo la malattia. Inoltre, se curato, il diabete negli animali, così come nelle persone, comporta una vita del tutto normale. “Le cure – prosegue Melosi – consistono in una dieta da seguire e nella terapia insulina. E bando alla sedentarietà: lunghe passeggiate per il cane e lo stimolo al gioco per il gatto“. Proprio questa estate ho dovuto accudire un gatto diabetico cui ho dovuto fare le iniezioni di insulina. Anche i pelosi insomma devono muoversi e giocare il più possibile. Fa bene a loro così come a noi!

Sul sito della Farmacia Loreto Gallo puoi trovare accessori, integratori e farmaci per il diabete a uso veterinario, da assumere dietro consiglio del veterinario.

Se hai bisogno di una pet sitter nella zona di Milano, contattami (pet@danielalarivei.com)!

I dati personali forniti saranno trattati al solo fine di rispondere alla tua richiesta e per aggiornarti sugli ultimi post del mio blog, nel pieno rispetto di quanto descritto nella Privacy Policy. Scrivendo, confermo di aver preso visione dell’informativa.

Guarda anche il mio canale peloso YouTube con tante storie a prova di miao e bau (e non solo!).

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Rispondo pubblicamente su:

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Instagram: daniela.larivei

Post del blog danielalarivei.com

(Foto cover di Ian Kevan da Pixabay)