piadina senza glutine con zucchine

Piadina senza glutine con zucchine e guacamole




Quando ho iniziato a soffrire di problemi di stomaco e intestino, spesso mi hanno sospettato la celiachia (da Wikipedia), cioè una serie intolleranza al glutine. Per fortuna, dopo tanti esami, anche invasivi, non ne soffro. Però quando mangio troppi carboidrati, oltre che ingrassare, mi gonfio, mi sento pesante e spesso mi scoppia il mal di testa. Ho iniziato a introdurre ogni tanto nella mia dieta alimenti privi di glutine e devo dire che mi sento meglio. E così ho liberato la fantasia anche in cucina. Perché è possibile seguire una dieta equilibrata e gustosa anche rinunciando al glutine. Ecco, per esempio, come ho fatto una piadina senza glutine con zucchine e guacamole (crema di avocado).

Piadina senza glutine con zucchine e guacamole

Ho iniziato ad apprezzare l’avocado durante il mio anno sabbatico in Repubblica Dominicana. Questo alimento è molto diffuso e praticamente sempre presente nella cucina dominicana (leggi anche Bruschette con avocado e wurstel). E dato che mi sto avvicinando ai prodotti senza glutine, adatti a chi è intollerante al glutine o a chi ha per scelta voluto avvicinarsi appunto alla dieta senza glutine, come me,  e altrettanto buoni come quelli che contengono questa proteina, ho preparato una piadina senza glutine con zucchine e guacamole. Eccola.

Ingredienti (per una persona):

  • mezzo avocado,
  • una piadina Giusto Senza Glutine,
  • una zucchina piccola,
  • 50 grammi di formaggio morbido fresco,
  • cipolla q.b,
  • 2 cucchiai di salsa di pomodoro fresco,
  • succo di mezzo lime o mezzo limone,
  • un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva,
  • due pizzichi di sale fino,
  • un pizzico di peperoncino,
  • un pizzico di erba cipollina.

Preparazione:

innanzitutto prepara il guacamole, cioè la crema di avocado. Taglia l’avocado in due, togli il nocciolo e sbuccialo. In un contenitore metti la polpa di mezzo avocado, la cipolla, un cucchiaio di salsa di pomodoro e il succo di mezzo lime o mezzo limone, e frulla tutto con il mixer. Lava la zucchina, asciugala e spuntala, quindi tagliala a fette in verticale. Cospargile con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva, un pizzico di sale, un pizzico di erba cipollina quindi ponile sulla griglia preriscaldata. Intanto adagia la piadina su un piatto e bagnala con acqua, quindi poni le zucchine, il guacamole e il formaggio e chiudila (volendo puoi mettere sopra un altro cucchiaio di salsa di pomodoro, come ho fatto io). Il risultato? Una piadina senza glutine buonissima con zucchine e guacamole.

Che cos’è la celiachia

La celiachia è un’intolleranza che dura tutta la vita al glutine, una proteina contenuta in molti cereali (come frumento, farro, segale, kamut, orzo e altri cereali minori). Il glutine si trova quindi in pane, pasta, biscotti, pizza e in ogni altro alimento prodotto con questi cereali. Si tratta di una sostanza che conferisce elasticità e consistenza al prodotto finale e inoltre favorisce la lievitazione degli impasti.

Colpisce soprattutto le donne

La celiachia è molto diffusa in Europa, anche se si sta diffondendo anche in molti altri Paesi del mondo. Ogni anno in Italia nascono quasi 3.000 nuovi celiaci, con un incremento del 13% su base annuale. È interessante notare come in Italia il 70% dei celiaci è di sesso femminile e che le Regioni con il più alto numero di celiaci sono nell’ordine Lombardia, Lazio e Campania.

Non solo. Secondo autorevoli studi, sempre più italiani soffrono di disturbi che potrebbero essere riconducibili alla sensibilità al glutine (gluten sensitivity). Essere sensibili al glutine significa avere sintomi simili a quelli della celiachia senza però essere affetti da questa malattia.

3 forme di intolleranza al glutine

La celiachia può determinare problemi a livello dell’intestino tenue, il quale non è più in grado di assorbire i nutrienti assunti con il cibo, determinando malnutrizione. La celiachia può essere:

  • classica: Il sintomo principale è la diarrea cronica con sindrome di malassorbimento. Altri sintomi possibili sono perdita di peso, ritardo nella crescita, gonfiore addominale e deficit di vari nutrienti;
  • atipica: può causare anemia, dolori osteo-articolari, crampi muscolari, problemi alla pelle, afte orali, formicolio alle gambe e ai piedi, irritabilità o depressione;
  • asintomatica: non determina sintomi particolari.

L’unica cura a oggi è evitare il glutine

A oggi, non esiste una cura farmacologica e quindi l’unica cura è l’eliminazione del glutine dalla dieta. Questo significa sostituire le farine che contengono glutine, in primis il frumento, con farine alternative presenti in natura quali riso, grano saraceno, mais, miglio, sorgo. Per i celiaci il rispetto di una dieta senza glutine è indispensabile al fine di ottenere la remissione e la scomparsa dei sintomi: l’intestino tenue riacquista la sua normale morfologia e funzione assorbente, favorendo così all’organismo un buon livello di nutrizione.

La linea Giusto Senza Glutine

In commercio, oggi, è facile trovare prodotti senza glutine. Come i prodotti della linea Giusto Senza Glutine, in farmacia e nei negozi specializzati nella vendita di prodotti senza glutine e in alcuni punti Gdo, che comprende pane, pasta, dolci e merende e tanto altro, tutti notificati al Ministero della Salute e inseriti nel Registro dei prodotti rimborsabili (il Bollino Ministeriale, apposto su tutte le confezioni, assicura che il prodotto è idoneo al celiaco).

piadina senza glutine con zucchine

E se provi la ricetta, fammi sapere se ti è piaciuta!

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Rispondo solo pubblicamente (no messaggi privati) su:

Facebook: Daniela Larivei – Travel Pet (e se vuoi metti Mi piace!)

Instagram: daniela.larivei

Post del blog danielalarivei.com