los flamencos aparthotel

Los Flamencos Aparthotel: intervista a Giusy Longo, co-founder

Oggi inauguro la nuova categoria “Case History”, ovvero interviste, accuratamente selezionate, a chi ha mollato tutto e ha realizzato il proprio sogno di vivere ai Caraibi, precisamente in Repubblica Dominicana. Ecco allora l’intervista a Giusy Longo, 36 anni, di Catania, co-founder di Los Flamencos Aparthotel a Bayahibe Dominicus: un complesso di aparthotel in una location da sogno.

Continua a leggere…

 
mattone dominicano

4 motivi per cui investire nel mattone dominicano

Il settore turistico rappresenta una delle fonti principali dell’economia del Paese con coinvolgimento di riflesso, in particolare, dei settori delle costruzioni, dei trasporti e dei servizi. Entro 5 anni il presidente Danilo Medina, nuovamente alla guida del Governo, ha tra gli obiettivi quello di raddoppiare il numero di turisti che arrivano ogni anno sull’isola, passando cioè da 5 a 10 milioni. Come? Investendo in nuovi resort, trasporti e infrastrutture e in zone molto appetibili ma ancora lontane dal turismo come la provincia di Pedernales. Per chi è alla ricerca di investimenti immobiliari (leggi anche Caraibi: 3 case in vendita a Bayahibe Nueva 5 case in vendita e affitto a Bayahibe), quindi, la Repubblica Dominicana offre molte opportunità. Ed ecco 4 motivi per cui investire nel mattone dominicano. 

Continua a leggere…

 
santo domingo è pericoloso

Ma Santo Domingo è pericoloso?

 

In questi giorni molti mi hanno chiesto se Santo Domingo è pericoloso (leggi anche Italiano trovato morto a Santo Domingo. Isola pericolosa?). Gli ultimi, una coppia di clienti che è partita proprio ieri mattina per l’isola: “Mi hanno detto che Bayahibe è pericolosa, c’è tanta povertà e non bisogna uscire dal villaggio”. Il solito terrorismo psicologico da parte spesso degli stessi tour operator. Perché se uno esce, ovvio che compera fuori dove i prezzi sono più bassi. O la solita gente che parla a vanvera senza mai aver vissuto il Paese ma per sentito dire. Ecco cosa penso e la mia esperienza personale.

Continua a leggere…

 
pensione in Repubblica Dominicana

Vai in pensione in Repubblica Dominicana!

Sono sempre di più i pensionati che, specie per necessità, decidono di lasciare l’Italia e trasferirsi all’estero (ecco 3 cose da sapere per trasferirsi all’estero) in Paesi dove la pensione vale di più e dove possono anche trascorrere la propria vecchiaia con meno problemi (leggi il post Turismo previdenziale: ecco dove andare a vivere come pensionati). Sono infatti oltre 36mila i pensionati che hanno lasciato l’Italia tra il 2003 e il 2013, poco più di 5mila solo nel 2014: tra questi molti hanno deciso di trascorrere la pensione in Repubblica Dominicana (nel caso come si riceve? Scoprilo leggendo Come si riceve la pensione a Santo Domingo?). E l’Inps spedisce ogni mese, in oltre 130 Paesi del mondo, circa 370mila pagamenti. In ogni caso vivere ai Caraibi da pensionato è un po’ il sogno di tutti!

Continua a leggere…

 
fare impresa in Repubblica Dominicana

Fare impresa in Repubblica Dominicana in una settimana!

Un viaggio in Repubblica Dominicana non per fare una vacanza, prendere il sole o rilassarsi sotto le palme, ma per concretizzare il proprio piano B, ovvero una nuova vita oltreoceano. È l’innovativa iniziativa messa a punto da Bca, Business in Centro America, che dà l’opportunità di fare impresa in Repubblica Dominicana in una settimana, facendo conoscere, a chi desidera investire e/o trasferirsi nel Paese, la Repubblica Dominicana dal punto di vista imprenditoriale, legale, burocratico, commerciale trasformando in realtà e in pochi giorni il progetto che si vuole realizzare (per approfondire Perché la Repubblica Dominicana è un Paese in crescita).

Continua a leggere…

 
lavorare in e con la repubblica dominicana

Vieni a lavorare in e con la Repubblica Dominicana!

Bagno di folla proveniente da tutta Italia all’ultimo workshop, gratuito, “To do business in Dominican Republic” (lavorare in e con la Repubblica Dominicana), che si è tenuto lo scorso 28 gennaio al Centro Direzionale di via Copernico 38, dedicato appunto a chi vuole trasferirsi e/o investire in Repubblica Dominicana (leggi anche Fare impresa in Repubblica Dominicana in una settimana) o intraprendere, come me, l’attività di Advisor per l’isola del sorriso. L’evento è stato organizzato da Cosimo Cannizzo, imprenditore in Italia e all’estero, funzionario della Camera di Commercio Italia Repubblica Dominicana (Ccird), e in collaborazione con Confapi, Confederazione italiana della piccola e media industria privata, di Milano, e Parteattiva, Associazione delle partite iva. “I momenti difficili – spiega Cannizzo – sono i più belli e profittevoli se si ha la giusta chiave di lettura. La Repubblica Dominicana non è la soluzione, è una soluzione. L’internazionalizzazione è la sfida che le aziende italiane si preparano ad affrontare”.

Continua a leggere…

 
5 consigli per vivere a santo domingo

5 consigli per vivere a Santo Domingo

L’altra sera, parlando con un imprenditore italiano che costruisce case in Repubblica Dominicana, è emerso un concetto che condivido in pieno: esportare e imporre la cultura italiana in quest’isola è sbagliato. Anche perché altrimenti tanto vale rimanere in Italia. Civilizzare un Paese non vuole dire renderlo a immagine e somiglianza dell’Italia. Credo che una delle cose più belle e performanti del vivere all’estero sia proprio quello di apprendere i lati positivi di una cultura diversa. E anche quella dominicana, checchesenedica, ne ha. Viaggiare e vivere bene con la mente e fisicamente è importante. Ecco allora  5 consigli per viaggiare “leggeri” tratti dal  libro di Beppe Severgnini “La vita è un viaggio” edito da Rizzoli che sono anche 5 consigli per vivere a Santo Domingo.

Continua a leggere…

 
buoni propositi per il 2016

Tra i buoni propositi per il 2016, il ritorno in Repubblica Dominicana

Ho trascorso Natale e Capodanno a letto, complice l’intervento all’alluce valgo che ho pensato bene di fare il 21 dicembre. Sì, ho pensato bene. Perché il mio 2016, da fine gennaio, sarà intenso di impegni e prevederà, tra i buoni propositi per l’Anno Nuovo, anche il ritorno, per lavoro, in Repubblica Dominicana. Quindi ho preferito sacrificare le festività, perché da fine gennaio ho davvero tante  cose da fare. Poi tanto non avrei fatto nulla di particolare, durante le Feste, che oltretutto non mi  piacciono neanche così tanto; sarei stata a casa comunque. Quindi, sì, ho pensato bene.

Continua a leggere…