Viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio: Douz

Viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio

Il turismo in Tunisia si sta riprendendo e rimane pur sempre una destinazione vicino all’Italia ed economica e… sicura (leggi anche Vacanza in Tunisia tra storia e mare)! In questo post quindi ti propongo un viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio 2020 con date flessibili (pertanto puoi scegliere di partire quando vuoi).  Il 2019 è stato infatti un anno positivo per la Tunisia: gli arrivi dall’Italia sono stati oltre 125.000, ovvero il 21% in più rispetto al 2018. In particolare, a livello europeo, il mercato italiano è molto importante per la Tunisia e si posiziona al 5° posto dopo Francia, Russia, Germania e Inghilterra puntando nel 2020 a raggiungere i 160.000 arrivi dall’Italia.

Viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio: il programma

Un viaggio alla scoperta di città in bilico tra passato e futuro, atmosfere esotiche, grandi moschee, medine, artigianato, oasi, laghi salati, deserto, campi tendati… Ecco come è organizzato questo viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio alla scoperta di città in bilico tra passato e futuro. Per maggiori informazioni sulla Tunisia visita  Tunisia Turismo.

1° giorno: Italia – Tunisi

Partenza per Tunisi con volo diretto di linea. Arrivo a Tunisi e trasferimenti a Sousse. Sistemazione in hotel 4*.

2° giorno: Sousse – Kairouan – Tozeur

Prima colazione in hotel e partenza in fuoristrada 4×4 per Kairouan, la quarta città santa del mondo arabo musulmano. Visita della grande moschea di Okba e del Mausoleo del Barbiere, tempo libero nella città vecchia (la medina) e scoperta dell’artigianato, in primis dei tappeti, proseguimento per Tozeur via Gafsa dove si pranza nell’hotel Gafsa Palace. Continuazione verso Tozeur. Sistemazione in hotel4*.

Kairouan, nel mezzo di un paesaggio di steppe, è la città delle trecento moschee, ed è stata la prima capitale del Maghreb. È iscritta dall’Unesco nel Patrimonio mondiale per le sue meraviglie: la venerabile Grande moschea, i bacini aghlabidi, l’incantevole mausoleo di Sidi Sahbi caratteristico per i suoi riquadri di ceramica multicolore e conosciuto come la “Moschea del Barbiere”. La Medina di Kairouan con il suo souk è un luogo affascinante. Vista dall’altro si nota che è disseminata di una moltitudine di cupole bianche che segnalano le tombe dei santi musulmani e “zaouias”, edifici dedicati a maestri spirituali che hanno dispensato insegnamenti a Kairouan.

3° giorno : Tozeur – Nefta – oasi di montagna – Tozeur

Dopo la colazione, visita della città di Tozeur e possibilità di una passeggiata nella oasi tra le palme con il calesse (facoltativa). Pranzo in hotel. Nel pomeriggio partenza per visitare le oasi di montagna di Chebika Tamerza. Visita dell’antico villaggio di Chebika e della sua sorgente e proseguimento per Mides. Visita dei suoi magnifici canyon e proseguimento per Tamerza. Visita della grande cascata e dell’antico villaggio di Tamerza. Ritorno all’hotel.
Tozeur e Nefta sono oasi del deserto che sorgono al limite di palmeti sconfinati e si rivelano delle vere oasi nel deserto. L’atmosfera esotica si riflette anche nelle tipiche architetture di mattoni ocra, disposti in modo da formare affascinanti disegni geometrici. Tozeur è inoltre la capitale dei datteri: i palmeti di questa regione sono infatti i più pregiati e producono una famosa varietà di datteri, la Deglet Nour o “dattero di luce”, a polpa tenera, di colore ambrato e traslucido. Questa regione ha un paesaggio tanto particolare da essere stata scelta da George Lucas per il set di Star Wars: i fan dei film fantascientifici possono recarsi in pellegrinaggio al villaggio di Mos Espa e ammirare dal vivo le scenografie del film.

4° giorno: Tozeur – Chott El Djerid – Kebili – Douz

Dopo la prima colazione, partenza per Douz via il lago salato Chott El jerid e Kebili, sosta per fotografare questo grande deserto salato dove si possono anche ammirare i miraggi. Pranzo a Douz e sistemazione in hotel 4* in pensione completa.
Chott El-Jerid è un’altra meraviglia della natura, simbolo di un territorio in continuo cambiamento e ricco di sorprese. Una distesa salata dai colori cangianti e sempre diversi che si estende per oltre 5.000 km² in una forte depressione del terreno. Oggi non può che suscitare meraviglia. La sua superficie infatti cambia continuamente colore a causa delle alte temperature e alle scarse precipitazioni: in questo pianura sconfinata è facile essere abbagliati da un miraggio. Mai uguale, d’estate diventa un’immensa distesa di sale così densa da sembrare ghiaccio mentre d’inverno è ricoperto da un sottile strato d’acqua.

5° giorno: Douz – Sabria – Zaâfrane – Ksar Ghilane

Prima colazione in hotel e partenza per la visita delle oasi di Noueil Zaafrane e Sabria, pranzo in hotel a Douz e partenza per Ksar Ghilane. Sistemazione in accampamento nel deserto del Sahara (leggi anche 5 motivi per fare un viaggio nel deserto tunisino). Per finire, cena con piatti tipici tunisini sotto una tenda berbera per poi calarsi nell’emozione unica di passare una notte ad ammirare l’immensità del cielo sahariano, illuminato da una quantità di stelle di cui troppo spesso dimentichiamo l’esistenza.
Per scoprire il vero deserto della Tunisia bisogna addentrarsi nella regione più a sud del paese e soggiornare nella splendida località di Douz, conosciuta come “la porta del deserto”. Douz è l’oasi più antica della Tunisia: si erge a ridosso del deserto del Sahara, tra dune di sabbia bianca e autentiche foreste di palme da dattero che nei secoli hanno reso florida l’economia di questa località. Inoltre Douz è sempre stata una tappa fondamentale per le carovane che dal sud sahariano si dirigevano sulle coste tunisine. Molto conosciuto è il souk di Douz, il mercato cittadino, in cui si vendono spezie e prodotti artigianali che colorano e profumano tutta la città; settimanalmente viene organizzato il mercato del bestiame dove i pastori accorrono di buon mattino per aggiudicarsi gli asini e i dromedari migliori.

6° giorno : Ksar Ghilane – Chenini – Tataouine

Dopo la prima colazione, partenza per Chenini, visita della città e proseguimento verso Tataouine. Visita della città e del mercato tipico e sistemazione in hotel Dakyanus 3* in pensione completa.
Tataouine è una delle città del sud tunisino che dà anche nome alla regione circostante. Nota per la sua architettura berbera, anche il suo nome è berbero e significa “le fonti”. La regione di Tataouine ha una natura arida e inospitale. Sperduti chissà dove tra campi coltivati, oasi e colline rocciose, simili a grandi alveari del colore della roccia spuntano all’improvviso gli ksour. Gli Ksour, il cui singolare è Ksar, sono i “castelli del deserto”, antichi villaggi fortificati che caratterizzano la zona del Maghreb, un tempo punto di ritrovo per i seminomadi della regione. Al centro di questi villaggi, in cima alla collina, solitamente sorge lo “Ksar”, uno stupefacente granaio fortificato dove veniva stoccato il cibo in previsione dei periodi di siccità. Sono costruzioni che vanno da 1 a 6 piani e sono costituiti da blocchi sovrapposti chiamati ghorfas. Tataouine rimane una delle città più pittoresche della Tunisia meridionale, dove il passato coloniale si fonde con i paesaggi montuosi.

7° giorno : Tataouine – Matmata – Gabes – Sfax – El Jem – Sousse

Dopo la prima colazione, partenza per Matmata, la città delle case trogloditiche, con visita di una casa tipica, dove si può ammirare il paesaggio lunare. Proseguimento per Gabes, visita del mercato El Jara e partenza verso Sfax, pranzo al villaggio dei pescatori di Mahares e proseguimento verso Sousse via El Jem, visita dell’anfiteatro romano e arrivo a Sousse per la sistemazione in hotel 4*.
Matmata è prima di tutto il nome di una tribù, ma è anche il nome del villaggio più famoso scavato nella montagna, che ospita ancora oggi popolazioni berbere. L’accoglienza è delle più calorose, gli abitanti accompagnano con piacere i visitatori a scoprire le case scavate nella roccia. Evoca paesaggi lunari, tanto che è stata set di “Guerre Stellari”.

8° giorno: Tunisi – Italia

Dopo la prima colazione, partenze per l’aeroporto in tempo utile per le formalità d’imbarco. Arrivo in Italia.

Viaggio di 8 giorni in Tunisia a luglio: la quota

La quota di questo viaggio è di 455 € in mezza pensione. Include: trasporto in pulman e 4×4, la mezza pensione in hotel 4* e campo tendato a Ksar Ghilane (5° giorno), ingresso ai musei e siti. Supplementi:  50 € pensione completa, 60 € singola. Non include: volo, bevande, escursioni facoltative (quad, dromedario, calesse ecc.).
Se sei interessato a questo tour, compila il modulo qui sotto. Gli organizzatori saranno a tua disposizione per ogni approfondimento e necessità.

I dati personali forniti saranno trattati al solo fine di rispondere alla tua richiesta e per aggiornarti sugli ultimi post del mio blog, nel pieno rispetto di quanto descritto nella Privacy Policy. Inviando il presente modulo, confermo di aver preso visione dell’informativa.

Se questo post è stato utile e ti è piaciuto, condividilo!

Se mi vuoi contattare, qui trovi i miei contatti e segui le indicazioni!